Quello che le brave ragazze non dicono

Archivio per ottobre, 2016

Solo per stasera

A casa, sul mio divano, con il raffreddore e la coperta sulle gambe.

Pensavo che due anni fa, a quest’ora, su questo divano, non ero sola.

Stasera mi cullo nel ricordo di una torta al cioccolato, della birra tedesca, di chiacchiere, risate e passione infinita.

Solo per stasera…

 


Punto

La Falena (che prima si chiamava in un altro modo ma magari ve lo dirà lei) mi ha fatto notare che non scrivo da un po’. Dal 6 luglio, per l’esattezza. dall’ennesimo punto messo con il Giornalista, che poi si è rivelato essere quello quasi definitivo. Il punto, intendo.

Perché quello è stato il penultimo punto. Il punto definitivo è arrivato un paio di settimane dopo, quando sulla mia timeline di facebook è comparso un suo post pubblicato sulla bacheca di un locale che seguo anch’io, in cui c’era scritto più o meno così

“Ragazza mora con gli occhiali e i capelli lunghi, due tatuaggi, uno sulla schiena e uno sulla spalla, vestito lungo a righe che ieri sera era al concerto di XYZ, più o meno a metà platea, se ci sei batti un colpo.”

Penso sia inutile evidenziare che quelle parole le aveva scritte il Giornalista. Altrettanto inutile è sottolineare che quella ragazza mora con i capelli neri e gli occhiali non ero io.

Per cui tutto sto tira e molla sei è concluso con uno screenshot inviato all’istante e un “Complimenti per l’onestà” a cui non è mai seguita risposta. Però il post dalla bacheca del locale è sparito.

Insomma, io le tranvate o le prendo bene o non sono mica contenta.

Mi pare molto, molto chiaro, che il Giornalista non avesse proprio nulla di tutto quello che elencavo nel post precedente come indispensabile per l’uomo che avrei voluto a fianco a me.